Michael Lohscheller, CEO di Opel, è il “Manager dell’anno 2019”

0
102

Rüsselsheim. Tripletta di titoli per Michael Lohscheller: dopo il premio “Eurostar 2019” e il “MANBEST 2019”, il CEO di Opel è stato nominato “Manager dell’anno 2019”. La redazione della rivista Auto Zeitung ha premiato il grande lavoro e i risultati raggiunti da Michael Lohscheller e l’andamento positivo di Opel nel corso dell’annuale votazione “Auto Trophy”. Auto Zeitung ha scritto: “È al vertice di Opel dal 2017. Lohscheller ha gestito il passaggio da GM a Groupe PSA di questo marchio tradizionale, in perdita da lungo tempo. Sotto la sua leadership, Opel ha ripreso a fare profitti”.

Il premio “Manager dell’Anno” è il terzo riconoscimento ricevuto da Lohscheller nel giro di tre mesi.

“Vi ringrazio moltissimo per questo premio”, ha dichiarato Michael Lohscheller. “Si tratta di un successo di tutta la nostra squadra, di tutti i dipendenti Opel. Con il piano PACE!, ci siamo posti l’obiettivo di rendere Opel redditizia in modo sostenibile, elettrica e globale. E ciò funziona grazie all’energia e al sostegno di tutte le persone in azienda”.

Dalla realizzazione del piano PACE!, Opel ha registrato risultati economici convincenti.

Nell’esercizio finanziario 2018, Opel ha registrato il profitto operativo più elevato nella storia dell’azienda con 859 milioni di euro; e nella prima metà del 2019, il risultato operativo è cresciuto ulteriormente, superando la soglia dei 700 milioni di euro.
Allo stesso tempo, il marchio tedesco ha convinto pubblico e critica grazie a tecnologie e modelli all’avanguardia. Opel continua l’offensiva elettrica. Dopo il debutto di Corsa-e e di Grandland X plug-in hybrid, il prossimo anno arriverà Vivaro-e, il primo veicolo commerciale elettrico a batteria del marchio. Nel 2021 saranno presentate anche le versioni elettriche di Combo Life, Combo Cargo e Zafira Life.

Entro il 2024, tutti i modelli Opel saranno offerti anche in versione elettrica.