Porsche inaugura il Customer Experience Center e la nuova sede della società in USA

0
905

Lo scorso 7 Maggio ad Atlanta, nello stato americano della Georgia, Porsche ha inaugurato ufficialmente il suo nuovo Customer Experience Center e la nuova sede aziendale per il Nord America. Con il progetto di investimento da 100 milioni di dollari denominato “One Porsche Drive”, il più grande investimento all’estero nella storia degli oltre 65 anni dell’azienda, il costruttore di vetture sportive di Zuffenhausen presenta una struttura unica a livello internazionale composta da uffici, servizi di formazione e gestione di eventi, un circuito di prova con design modulare, una galleria di auto d’epoca, un’officina di restauro e un ristorante. Alla cerimonia di apertura accompagnata dal motto “Dream Experience”, hanno partecipato quasi 900 ospiti che, oltre ai clienti, comprendevano anche i concessionari e i dipendenti della controllata Porsche Cars North America e il Comitato Esecutivo di Porsche AG. Matthias Müller, CEO di Porsche, insieme con il Presidente del Consiglio di Supervisione Dr. Wolfgang Porsche e al Membro del Consiglio di Supervisione Dr. Hans Michel Piëch, ha accolto gli ospiti d’onore, tra i quali i rappresentanti della famiglia fondatrice, il Governatore della Georgia Nathan Deal e il Sindaco di Atlanta Kasim Reed.

“Stiamo celebrando una pietra miliare nella storia della nostra azienda, aumentando la visibilità del marchio Porsche in Nord America e quindi in tutto il mondo. La nuova struttura ‘One Porsche Drive’ offre affascinanti opportunità di sperimentare la storia e le vetture”, ha affermato Matthias Müller, in occasione della cerimonia di apertura.

Il sito Porsche, che si estende su una superficie di undici ettari, è situato in una nuova zona industriale denominata “Aerotropolis”. Confina con il principale nodo aeroportuale internazionale, l’Hartsfield-Jackson Atlanta International Airport, che registra un movimento di circa 95 milioni di passeggeri all’anno. Da qui decollano aerei diretti in oltre 150 città degli Stati Uniti, quindi circa l’80 per cento dei clienti e degli appassionati Porsche degli Stati Uniti vive a due ore e mezza di volo. Con più di 47.000 vetture consegnate nel 2014, gli Stati Uniti sono il più grande mercato Porsche in tutto il mondo e il mercato più importante della 911, che l’anno scorso è stata consegnata a 10.500 clienti. “Siamo ragionevolmente sicuri di superare le 50.000 consegne negli Stati Uniti nel 2015,” ha dichiarato Matthias Müller. In nessun altro mercato, Porsche può contare su clienti più fedeli. Il Porsche Club America che, con circa 115.000 soci, è il più grande club al mondo per un solo Marchio, nel 2015 festeggia il 60° anniversario.

La rete dei Concessionari Porsche negli Stati Uniti comprende 189 località alle quali si aggiungono 16 Concessionari in Canada, che nel 2014 hanno venduto per la prima volta più di 4.900 modelli Porsche. Circa un terzo dei clienti nordamericani ha scelto le vetture sportive a due porte 911, Boxster e Cayman. Tra queste, i modelli derivati più sportivi quali 911 GT3, 911 GT3 RS, Boxster Spyder e Cayman GT4, registrano una domanda particolarmente forte. Inoltre, le versioni a trazione ibrida plug-in della Cayenne e della Panamera godono di un livello di popolarità superiore alla media con una quota di circa il 16% delle vendite.

“Ottima vetrina per la motivazione dei nostri dipendenti e per mostrare tutto ciò che le nostre vetture sono in grado di fare e fanno, ‘One Porsche Drive’ stabilisce nuovi standard per tutto il mondo Porsche”, ha dichiarato Bernhard Maier, vice Presidente esecutivo della divisione Vendite e Marketing di Porsche AG, lodando il completamento del progetto, la cui costruzione è durata due anni e mezzo. Circa 450 dipendenti a tempo indeterminato lavoreranno presso la sede, dei quali quasi 300 saranno coinvolti nella vendita delle vetture alla Porsche Cars North America (PCNA). Altri 150 dipendenti saranno impiegati dalle società controllate Porsche Financial Services, Porsche Consulting, Porsche Business Services e MHP Management e IT-Consulting. Alla Porsche di Atlanta verranno creati circa 100 nuovi posti di lavoro. Maier ha spiegato: “Il nostro obiettivo era quello di creare una sede della società presso ‘One Porsche Drive’ che sarebbe diventata un nuovo punto di riferimento per tutte le società controllate con sede negli Stati Uniti. Questo allo scopo di creare sinergie e rafforzare la cooperazione tra tutti i soggetti coinvolti”.

Porsche Cars North America è una consociata interamente di proprietà di Porsche AG, fondata nel 1984. Dal 1998, la sede della società era dislocata presso locali in affitto a nord di Atlanta. Detlev von Platen, Presidente e CEO di PCNA, ha fornito una descrizione impressionante del loro sviluppo: “All’inizio del 1950 riuscivamo a vendere tre veicoli al mese. 65 anni dopo, nel mese di Aprile 2015, siamo stati in grado di stabilire un nuovo record con 5.200 nuove vetture. “Un fattore cruciale per lui, è che nella nuova sede i dipendenti Porsche saranno a stretto contatto con i nostri clienti”. Anche perché, in futuro, la struttura fornirà ogni anno corsi di formazione per più di 1.000 tecnici dei Centri Porsche.

Nel centro Customer Experience, con la sua architettura unica e le strutture di ottima concezione, si stima un afflusso di circa 30.000 persone all’anno. Qui, i clienti possono ritirare le loro vetture nuove o far restaurare le loro vetture storiche. I singoli visitatori e le aziende con i propri dipendenti e ospiti possono perfezionare a pagamento le loro abilità alla guida o noleggiare un centro business perfettamente attrezzato per conferenze. Inoltre, gli appassionati di auto possono vedere i modelli Porsche storici, esplorare la storia dell’azienda e concedersi una sosta nel “Carrera Café” o nel ristorante gourmet “356”, il cui nome è dedicato alla prima produzione Porsche in serie consegnata negli Stati Uniti, destinata all’Importatore di New York Max Hoffmann nel 1950.

“‘One Porsche Drive’ è l’inizio di una nuova era nella storia Porsche in America”, ha dichiarato von Platen, CEO USA. Il circuito di prova, lungo 2,6 chilometri, si snoda lungo l’intero campus attraverso diverse aree e cortili e offre servizi comprendenti sei moduli di guida che possono essere completati sotto la supervisione di istruttori: il circuito di handling, il percorso off-road, l’area delle pavimentazioni dinamiche, il circuito di handling su fondo a bassa aderenza, l’anello per il test su fondo sdrucciolevole e l’unico kick plate in Nord America. Qui, i visitatori possono veramente apprezzare e percepire l’armonia concettuale tra la progettazione e la tecnologia delle vetture, sperimentando le prestazioni dei vari modelli Porsche.

Müller, CEO di Porsche, ha ringraziato il Governatore Deal e il Sindaco Reed per il grande sostegno fornito dalle amministrazioni della Georgia e di Atlanta. Nathan Deal ha risposto: “Porsche è un ambasciatore fantastico per noi nel mondo e dimostra che la Georgia può essere un luogo in cui lavorare con successo”. La città di Atlanta può vantare la terza più alta concentrazione di aziende Fortune 500 ed è sede di multinazionali come CNN; Coca-Cola, Delta Airlines e UPS. “Siamo orgogliosi che Porsche sia una di loro e che questo simbolo dell’eccellenza imprenditoriale abbia scelto Atlanta come sua nuova sede”, ha aggiunto Kasim Reed. Quest’estate anche Mercedes-Benz, il vicino di casa di Porsche a Stoccarda, trasferirà la sua sede statunitense ad Atlanta.

Nel corso della serata, la cerimonia di apertura della sede USA ha regalato un’altra sorpresa, di cui tutti i residenti e i turisti presenti nella regione di Atlanta beneficeranno a breve: il Dr. Wolfgang Porsche ha consegnato un assegno di 500 mila dollari per conto della sua azienda come supporto per l’iniziativa “Atlanta BeltLine”. Questo progetto di sviluppo dei trasporti prevede una rete di parchi pubblici, sentieri multi-uso e vie di transito lungo uno storico corridoio ferroviario di 30 chilometri che circonda il centro della città. Perfettamente in linea con la nostra tradizione di responsabilità per la tutela della natura e dell’ambiente, “è importante per noi essere in grado di restituire qualcosa alla comunità che ci ha dato così tanto,” ha spiegato il Dottor Porsche.

Serie Porsche 911: Consumo combinato 12,7–8,2 l/100 km; Emissioni di CO2 296–191 g/km; Classe di efficienza (Germania): G–F
Serie Porsche Boxster: Consumo combinato 9,0–7,9 l/100 km; Emissioni di CO2 211–183 g/km; Classe di efficienza (Germania): G–F
Serie Porsche Cayman: Consumo combinato 10,3–7,9 l/100 km; Emissioni di CO2 238–183 g/km; Classe di efficienza (Germania): G–F
Serie Porsche Cayenne: Consumo combinato 11,5–6,6 l/100 km; Emissioni di CO2 267–173 g/km; Classe di efficienza (Germania): F–B
Porsche Cayenne S E-Hybrid: Consumo combinato di carburante 3,4 l/100 km, Consumo combinato di energia 20,8 kWh/100 km;
Emissioni combinate di CO2 79 g/km; Classe di efficienza (Germania): A+
Serie Porsche Panamera: Consumo combinato 10,5–6,4 l/100 km; Emissioni di CO2 245–169 g/km; Classe di efficienza (Germania): F–B
Porsche Panamera S E-Hybrid: Consumo combinato di carburante 3,1 l/100 km, Consumo combinato di energia 16,2 kWh/100 km;
Emissioni combinate di CO2 71 g/km; Classe di efficienza (Germania): A+
Serie Porsche Macan: Consumo combinato 9,2–6,1 l/100 km; Emissioni di CO2 216–159 g/km; Classe di efficienza (Germania): E–B
Porsche 918 Spyder: Consumo combinato di carburante 3,1–3,0 l/100 km, Consumo combinato di energia 12,7 kWh/100 km; Emissioni di CO2 72–70 g/km; Classe di efficienza (Germania): A+