ACI AL 31mo CONVEGNO DI CAPRI NIENTE CRESCITA SENZA MOBILITÀ SICURA

0
705

La mobilità è un asset fondamentale per l’economia del Paese e la sicurezza è la principale componente di tale valore. Investire in mobilità sicura significa quindi investire nella crescita del Paese, sia per le risorse impegnate sia per l’effetto nella modernizzazione.

Si è parlato anche di questo, nei giorni scorsi a Capri, in occasione del 31mo Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria – “Forti. Progetti non poteri” – dove l’ACI ha testimoniato il proprio impegno sul duplice fronte della innovazione tecnologica per la semplificazione e della cultura della sicurezza, illustrando i risultati della campagna di sensibilizzazione #mollastotelefono #guardalastrada, alla quale hanno aderito molti dei giovani imprenditori presenti.

ACI condivide con i Giovani Imprenditori di Confindustria l’idea che rimanere fermi equivale ad un andare indietro. Per scongiurare questo rischio è fondamentale creare costante “valore aggiunto”, investendo risorse, energie, creatività nel progettare nuove infrastrutture e nuovi arrivi servizi. Obiettivo è “muovere” la macchina Paese, per vincere le sfide della competitività e della globalizzazione e per realizzare il futuro.

“La sicurezza è ricchezza – ha dichiarato il Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – soprattutto quando, come fa ACI, la si declina in ogni ambito di azione: sicurezza delle auto e delle infrastrutture, innanzitutto, ma anche sicurezza dei processi informatici, attraverso i quali forniamo alla PA e ai cittadini informazioni, documenti e certificazioni garantite, chiare e inalterabili.”

Per Marco Gay – Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria – “Un Paese che non innova, non progetta le sue infrastrutture, non crea opportunità per i propri giovani perde centralità nella politica internazionale, competitività nelle dinamiche del mercato mondiale, attrattività verso investimenti e talenti, e riduce le possibilità di sviluppo per se stesso e le proprie imprese. Il problema non è di status o di rating. Ed è molto più di quanto possa raccontare qualsiasi dato sul PIL, perché chiama in causa il nostro futuro”.

“La recente partnership tra ACI e i Giovani Imprenditori di Confindustria – precisa Ludovico Fois, Consigliere per le Relazioni Esterne e Istituzionali ACI – inaugurata con la nostra presenza a Capri, parte proprio dalla volontà condivisa di diffondere insieme i principi della sicurezza stradale e ha l’obiettivo di realizzare ulteriori iniziative che tocchino anche i temi della mobilità alternativa e sostenibile, dell’evoluzione degli sport automobilistici e dell’efficienza nei servizi per gli automobilisti, aree in cui l’Automobile Club d’Italia può portare il suo contributo unico di competenze e capacità tecniche”.