Al via nel weekend la 44esima edizione del San Marino Rally. Si parte da Riccione, poi show a San Marino e il ritorno sulle storiche speciali di Gubbio.

0
682

Repubblica San Marino, Giovedì 7 luglio 2016 – E’ tutto pronto per l’edizione numero 44 della classica corsa sammarinese: la quinta prova del Campionato Italiano Rally, valida per il tricolore rally Junior e il Due Ruote Motrici, ma anche terzo atto del Trofeo Rally Terra e secondo del Campionato Italiano Cross Country.
La manifestazione sportiva, organizzata dalla FAMS San Marino, sarà l’ultima prova del CIR 2016 prima della pausa estiva, e come di consueto è chiamata ad emettere i primi verdetti in vista della volata finale. Allo stato attuale Paolo Andreucci e la Peugeot 208 R T16 R5 comandano la classifica assoluta della serie tricolore con 53,50 punti. Il toscano insieme alla Casa del Leone a San Marino cercherà il tris di vittorie, dopo i precedenti successi del 2014 e 2015. Ad inseguirlo con 45 punti il veronese Umberto Scandola di ŠKODA Italia Motorsport reduce dal WRC in Sardegna e intenzionato a proseguire la sua scia di vittorie dopo l’Adriatico, anche all’ombra del Titano, con la Skoda Fabia R5. Terzo in classifica assoluta, con 39,75 punti, il trevigiano Giandomenico Basso, con la Ford Fiesta R5 che è obbligato a vincere per rimanere in corsa per il tricolore. Ad impreziosire l’elenco partenti presente sulle strade bianche di San Marino il romagnolo Simone Campedelli con l’altra vettura Fiesta R5, alimentata a gpl della BRC. Tra gli altri iscritti al CIR, in cerca di punti importante a San Marino, pronto a partire anche Simone Tempestini, su la Ford Fiesta R5. A fare da outsider nella gara del Titano ci sarà l’esperto Denis Colombini a bordo della Skoda Fabia R5. Nel Campionato Italiano Rally Junior, a caccia di punti tra i driver più giovani sui duri sterrati della gara sammarinese al via il molisano Giuseppe Testa e il suo diretto avversario messinese Marco Pollara, divisi da 7 punti in classifica, ma anche il piemontese Giorgio Bernardi, tutti alla guida di Peugeot 208 R2. Tra gli Junior e in corsa per il titolo tricolore femminile ci saranno la lombarda Beatrice Calvi, anche lei 208 R2, in lotta con la massese Corinne Federighi, con Renault Clio R3C. Più numerosi gli sfidanti pronti a battagliarsi anche nel Campionato Italiano Due Ruote Motrici, partendo da Ivan Ferrarotti e Luca Panzani entrambi qui con Renault Clio R3C; in corsa per il titolo tricolore 2 RM anche qui Testa e Bernardi, ma anche Giandandrea Pisani, Fiat Abarth 500, Kevin Gilardoni, altra Clio R3, Sergio Marchetti, Renault New Clio RS, la stessa Federighi e Manuel Lugano, su Peugeot 208 R2.

Il Rally si preannuncia carico di spettacolo anche per la presenza degli iscritti al Trofeo Rally Terra. Tanti i possibili attori in terra sammarinese, con Daniele Ceccoli e la Skoda Fabia S2000, al momento in testa alla classifica assoluta del trofeo, seguito dalla Peugeot 207 S2000 di Andrea Dalmazzini, e dalla Ford Fiesta R5 di Federico Della Casa. Tra quelli da tenere sotto osservazione, anche il giovane veneto Nicolò Marchioro con la Peugeot 208 T16 R5. In lotta per il titolo ci saranno anche il bresciano Luigi Ricci, Subaru Impreza, il driver bergamasco Pablo Biolghini su Peugeot 208 e Giovanni Manfrinato, su Ford Fiesta R5. Presenti anche gli altri specialisti della terra che non resteranno a guardare come Luca Hoelbling, su Skoda Fabia R5 e Gianmarco Donetto, Tullio Versace, entrambi su Fiesta R5 e Mattia Codato con la Mitsubishi Lancer Evo VIII e la Peugeot 208 R2 di Tommaso Ciuffi, Jacopo Trevisani, Jordan Brocchi e Pellegrineschi. Questi ultimi tre contando Giacomo Matteuzzi correranno per il Trofeo Terra Renault Twingo R2 Top.

Domani, Venerdì 8 Luglio, si terranno durante la mattinata le verifiche e lo shakedown nella località di Piandavello- Domagnano, dalle 11.00 sino alle 16.00, dopodiché l’appuntamento per tutti si sposterà in Viale Ceccarini nel cuore di Riccione, che per il secondo anno, dopo il grande successo della scorsa edizione, si ripropone per la partenza ufficiale proprio di fronte al Palazzo del Turismo, dove saranno presentati gli equipaggi e le loro vetture dalle 22.00. Il giorno seguente, Sabato 9 luglio, i piloti affronteranno la gara vera e propria, con sette tratti cronometrati sulle strade di “Sestino”, da percorrere tre volte, due sulla speciale di “Selvanera”, e due passaggi sulla nota prova di “San Marino”, unica interamente su asfalto, nel cuore del centro storico della Repubblica di San Marino. Ad animare la seconda conclusiva giornata di gara saranno i due passaggi sulla storica speciale di “San Bartolomeo” e due su “Nerbisci”. I tratti cronometrati saranno in totale 11, 5 diverse per un totale di 122,39 km, 63,93 il sabato su 7 prove e 58,46 la domenica su 4 prove. La lunghezza totale del percorso è di 832.62 km.
Foto del 43.San Marino Rally (Edizione 2015)