ARRIVA L’INVERNO, CAMBIAMO LE “SCARPE”

0
881

Si avvicinano i primi freddi e, così come ci accingiamo a effettuare il “cambio di stagione” per abbigliamento e calzature, è fondamentale organizzarsi per la propria auto. Non è questione estetica, bensì di “salute”: usare scarpe e maglioni diventa naturale per proteggere il proprio corpo dalle rigide temperature esterne; allo stesso modo ogni automobilista deve pensare alla manutenzione del veicolo al fine di predisporlo ad affrontare l’inverno nel modo giusto e in tutta sicurezza. Perché la rigidità di uno pneumatico estivo rende assolutamente insicura la circolazione sulle strade, soprattutto (ma non solo) in presenza di pioggia, neve e ghiaccio: d’inverno, quando le temperature e le condizioni della strada diventano particolarmente insidiose a causa di freddo (da 4 gradi in giù), acqua e neve, il livello di aderenza dei pneumatici estivi al fondo stradale è inferiore. Senza contare che circolare con pneumatici invernali permette di viaggiare nel rispetto delle ordinanze che saranno operative a partire dal 15 novembre e termineranno il 15 aprile 2016. In Italia gli enti proprietari o gestori delle strade possono emanare ordinanze che vincolano la circolazione stradale in inverno a condizione che vengano montati pneumatici invernali ovvero abbiano a bordo dispositivi antisdrucciolevoli.
Su www.pneumaticisottocontrollo.it è presente l’apposita “Area ordinanze”, in cui sarà possibile scaricare, a partire da metà novembre, le ordinanze vigenti sul territorio italiano. Un servizio gratuito e completo per gli automobilisti che fa parte della campagna d’informazione “Pneumatici sotto controllo” promossa da Assogomma. Nei gommisti specializzati, è in distribuzione il depliant informativo, che fornisce consigli operativi per trascorrere “Un inverno in sicurezza e in regola”: un modo per continuare a ricordare agli automobilisti il ruolo fondamentale che rivestono i pneumatici soprattutto durante la stagione fredda.
Da un punto di vista economico, l’utilizzo di un doppio treno di gomme è sostenibile, cioè non costituisce un aggravio di costi per l’automobilista. Uno studio del Politecnico di Torino ha confermato che l’utilizzo del doppio treno è un’anticipazione di spesa che, considerato l’intero ciclo di vita della vettura, rappresenta un risparmio, non solo in termini assoluti, ma anche relativi. Quando sono montati i pneumatici invernali, gli estivi sono “a riposo” e quindi non si consumano e viceversa. La sostituzione periodica delle gomme inoltre consente il loro controllo e il ripristino della corretta pressione di gonfiaggio, ottimizzando così sia il consumo dei pneumatici che quello relativo al carburante. A ciò si aggiungono gli evidenti effetti benefici sulla sicurezza stradale: la vettura sarà sempre pronta ad affrontare qualsiasi situazione critica, tipica della stagione fredda, neve compresa. E senza doversi fermare.