Blancpain GT World Challenge Asia – Ottavo posto per T2 Motorsports in Gara-2 a Sepang

0
145

Si chiude con un quarto posto nella classifica di classe GT3 la stagione 2019 di HubAuto Corsa e Yuya Sakamoto nel Blancpain GT World Challenge Asia. La seconda gara in programma sul tracciato di Sepang chiude i battenti sulla serie asiatica senza regalare il podio alla 488 GT3 di Sakamoto e Marcos Gomes costretti addirittura a ritirarsi dalla corsa a causa di un problema ai martinetti idraulici. La Ferrari di T2 Motorsports, affidata a David Tjiptobiantoro e Rio Haryanto, ha concluso invece le sue fatiche con un ottavo posto finale, quinto di classe.

Le condizioni metereologiche con cui la gara prendeva il via erano molto simili a quelle registrate nel venerdì con la temperatura atmosferica di 27 gradi e quella dell’asfalto di 30, almeno dieci in meno rispetto a quelli attesi.

Dopo la qualifica del mattino, le Ferrari 488 GT3 di HubAuto Corsa e di T2 Motorsports scattavano dalla decima ed undicesima piazzola in griglia. Al semaforo verde Haryanto si rendeva protagonista di un avvio al fulmicotone che gli permetteva di portarsi in ottava posizione già dopo poche curve. L’ex pilota di Formula 1 tuttavia vedeva la sua rimonta frustrata da un ritmo più lento rispetto a quello degli avversari tanto che l’indonesiano tornava ad occupare l’undicesima posizione poco prima dell’ingresso della Safety Car, avvenuto a 53 minuti dalla fine. La gara, che riprendeva il suo normale corso appena sei minuti più tardi, vedeva Van der Drift al comando su Porsche e, di li a poco, l’apertura dei pit stop. Gomes entrava ai box a 34 minuti dal termine della corsa ma, sfortunatamente, la 488 GT3 di HubAuto Corsa rimaneva sollevata sui martinetti idraulici e non permetteva a Yuya Sakamoto di tornare in pista e lottare per il titolo.

Con i fari puntati sull’unica Ferrari rimasta in pista, David Tjiptobiantoro riprendeva la rincorsa iniziata dal compagno Rio Haryanto ad inizio della gara. La vettura di T2 Motorsports effettuava alcuni sorpassi che gli permettevano di transitare sul traguardo in ottava posizione, l’ultimo dei quali avvenuto – come già in Gara-1 – nel corso dell’ultimo giro.

La bandiera a scacchi e le verifiche post-gara congelavano i risultati e le classifiche del campionato. In quella assoluta, Yuya Sakamoto è il migliore dei piloti Ferrari e chiude in quarta posizione, terza nella classe GT3 Silver; nella classifica Pro-Am, Rio Haryanto è dodicesimo a quota 62 punti. Tra le squadre, HubAuto Corsa sale sul gradino più basso del podio mentre T2 Motorsports è al tredicesimo posto.