Volvo Cars registra un aumento delle vendite globali del 17,6% nei primi nove mesi dell’anno

0
114

Volvo Cars ha venduto 530.649 automobili nei primi nove mesi del 2021, registrando un aumento del 17,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

 

Europa, Cina e Stati Uniti hanno tutti registrato un incremento delle vendite nel periodo gennaio-settembre, nonostante un anno difficile caratterizzato da una carenza di materiali a livello globale dovuta alle chiusure imposte a diverse aziende fornitrici dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

 

A settembre, le vendite globali di Volvo Cars hanno raggiunto quota 47.223 auto, in calo del 30,2% rispetto allo stesso periodo del 2020. Il calo è stato causato da una carenza di componenti. Ciò ha influito sulla produzione, sebbene questa abbia ripreso a crescere verso la fine del mese. La domanda per i prodotti di Volvo Cars si è mantenuta forte.

 

Nei primi nove mesi del 2021, il numero di Volvo vendute online è aumentato di oltre il 360% rispetto allo stesso periodo del 2020. Questa crescita è stata determinata da un aumento della domanda dei clienti unitamente a un ampliamento dell’offerta in un maggior numero di mercati.

 

La gamma di modelli ricaricabili Recharge di Volvo Cars, dotati di un gruppo propulsore completamente elettrico o ibrido plug-in, ha continuato a riscuotere successo tra i clienti. La quota di modelli Recharge venduti a livello globale ha raggiunto il 24,9% per i primi nove mesi dell’esercizio in corso e il 26,9% per il mese di settembre.

 

Negli Stati Uniti, le vendite nel periodo gennaio-settembre sono state pari a 95.365 unità, in aumento del 29,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nel mese di settembre, il numero di auto vendute ha raggiunto quota 9.350, segnando un calo del 9,0% rispetto al settembre 2020, principalmente a causa di una mancanza di disponibilità di vetture.

 

Le vendite di Volvo Cars in Europa sono arrivate a 220.371 unità nei primi nove mesi dell’anno, con un aumento del 10,0% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’andamento delle vendite per il mese di settembre è stato pesantemente influenzato dalla mancanza di auto disponibili, che ha inciso sulle vendite in mercati come Svezia, Regno Unito, Belgio e Italia. Ciò ha comportato una diminuzione a 18.089 auto vendute, pari a un calo del 41,5% rispetto allo stesso periodo del 2020.

 

Le vendite di Volvo Cars in Cina si sono attestate a 132.610 auto nei primi nove mesi dell’anno, registrando un aumento del 17,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio. A settembre sono state vendute 9.696 vetture, vale a dire il 43,9% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.   

 

Di seguito, il dettaglio delle vendite suddivise per area geografica:

 

 

Settembre

 

 

Gennaio- Settembre

 

 

 

2020

2021

Variazione

2020

2021

Variazione

Europa

30,906

18,089

-41.5%

200,333

220,371

10.0%

Cina

17,292

9,696

-43.9%

113,278

132,610

17.1%

USA

10,274

9,350

-9.0%

73,604

95,365

29.6%

Altri mercati

9,164

10,088

10.1%

63,913

82,303

28.8%

Totale

67,636

47,423

-30.2%

451,128

530,649

17.6%

 

A livello globale, la XC60 si conferma il modello più venduto dalla Casa automobilistica nel periodo gennaio-settembre, con 162.596 auto consegnate (2020: 131.091), seguita dalla XC40 con vendite totali di 156.920 esemplari (2020: 121.905), e dalla Volvo XC90 con 80.402 consegne (2020: 61.327).