IL GRUPPO RENAULT AUMENTA DEL 13,7%IL FATTURATO NEL PRIMO TRIMESTRE

0
1108

In un mercato automobilistico mondiale che cresce dell’1,7%, le immatricolazioni del Gruppo Renault sono in aumento dello 0,8%, con 641.588 unità.

In Europa, le immatricolazioni del Gruppo registrano un incremento del 9,9%, in un mercato in crescita dell’8,9 %. La quota di mercato del Gruppo si attesta al 9,8%. La Marca Renault regista una crescita dell’11,8% spinta da Clio 4, Captur e Twingo, rispettivamente in crescita del 17%, 27% e 40%.

La Marca Dacia si assicura, a sua volta, un risultato positivo del +4,3%, grazie a Duster e Dokker.

In Francia, primo mercato del Gruppo, le immatricolazioni aumentano del 3,1% nel trimestre, con 150.179 unità. La crescita è trainata dalla Marca Renault, con +7,1 %, mentre la Marca Dacia è in flessione del 12,6%, a causa del termine di paragone elevato costituito dal primo trimestre 2014, che aveva beneficiato del lancio di Duster Fase 2 alla fine del 2013.

Il sud Europa si conferma in netta ripresa, soprattutto la Spagna, dove le immatricolazioni registrano un incremento del 44,9%, con una quota di mercato dell’11,9%. Sandero consolida la leadership sul mercato dei veicoli venduti a privati. In Italia, terzo mercato del Gruppo, le immatricolazioni crescono del 28,3%, con 41.752 unità, in un mercato che aumenta del 12,6%. Clio si impone come primo veicolo importato in Italia.

In Gran Bretagna, il Gruppo continua a conquistare quote di mercato, con immatricolazioni in aumento del 18,0%, in un mercato che guadagna l’8,4%.

A livello internazionale, le problematiche che riscontrano i mercati emergenti continuano ad appesantire il trimestre. La quota delle immatricolazioni realizzate al di fuori delle frontiere europee si riduce al 38%, contro il 43% dell’anno precedente.

Nella Regione Americhe, il Brasile, secondo mercato del Gruppo, perde il 16,1%. In tale contesto, il Gruppo Renault migliora leggermente la sua quota di mercato di 0,1 punto, attestandosi al 6,8%, nonostante una flessione del 15,3% delle immatricolazioni.

In Argentina, il mercato continua a contrarsi, perdendo il 27,6%. Renault subisce una diminuzione del 52,7% delle immatricolazioni, conseguenza di una politica finanziaria tesa a limitare l’esposizione al Peso. Il Gruppo ha annunciato, tuttavia, un piano d’investimenti di 100 milioni di dollari US nella prospettiva di produrre localmente Logan e Sandero e migliorare la flessibilità finanziaria.

In Eurasia, il Gruppo assiste a un’evoluzione contrastata dei suoi due principali mercati.

In Russia, le immatricolazioni del Gruppo subiscono una contrazione del 40,7%, in un mercato in calo del 36,3%. Tale evoluzione è dovuta a una politica prezzi volontaristica, tesa a difendere la redditività, e ha portato all’arresto della produzione per alcune settimane.

Viceversa, in Turchia, le immatricolazioni del Gruppo beneficiano della ripresa del mercato (+50,3%), con un incremento del 28,2% e il quarto posto nelle vendite per Fluence.

Nella Regione Africa, Medio Oriente, India, il Gruppo continua a beneficiare del dinamismo commerciale nel Maghreb, registrando un incremento delle immatricolazioni del 12,6%, in un mercato che si contrae del 6,2%. Logan è leader in Algeria e in Marocco.

In India, in un mercato che cresce del 4,5%, le immatricolazioni di Renault subiscono un calo dell’11,4%, nell’attesa del lancio di Lodgy e A-Entry.

In Asia-Pacifico, le immatricolazioni del Gruppo Renault segnano +13,7% in Corea, grazie al successo di QM3, sul podio dei veicoli del segmento B nel Paese.

FATTURATO DEL TRIMESTRE PER SETTORE OPERATIVO

Nel primo trimestre 2015, il fatturato del Gruppo si attesta a 9.388 milioni di euro, in crescita del 13,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+ 12,5% al netto degli effetti cambio).

Il fatturato del ramo Auto si attesta a 8.829 milioni di euro (+ 14,3%), grazie all’incremento delle fatturazioni (+ 3,3 punti) e delle vendite ai partner (+ 6,7 punti). La perdita di valore dell’euro rispetto ad un insieme di divise (Won coreano, Rupia indiana, Sterlina, Peso argentino, …) ha avuto un impatto favorevole di 1,3 punti. L’effetto prezzo contribuisce positivamente, per 2,1 punti, a causa degli aumenti di prezzo realizzati alla fine del 2014 nei Paesi emergenti, per compensare il calo delle divise (in particolare in Russia e in Sud America).

Il Finanziamento delle vendite (RCI Banque) realizza un fatturato di 559 milioni di euro, in crescita del 5,5% rispetto al 2014. Il numero di nuovi contratti di finanziamento cresce del 14,2% attestandosi a 320.200. I crediti medi in corso sono in aumento del 10,4% con 27,3 miliardi di euro.

PROSPETTIVE 2015

La domanda automobilistica mondiale dovrebbe continuare a crescere nel 2015 (+2%).            Il mercato europeo, il cui andamento si rivela migliore del previsto nel primo trimestre, dovrebbe registrare un incremento del 5% (vs +2% in precedenza). Viceversa, il mercato brasiliano e russo dovrebbero subire una flessione più importante rispetto alle previsioni di inizio anno.

In tale contesto, il Gruppo Renault si propone di:

  • incrementare nuovamente le proprie immatricolazioni e il fatturato (a tasso di cambio costante),
  • continuare a migliorare il margine operativo del Gruppo e del ramo Auto,
  • generare un free cash-flow operativo positivo per il ramo Auto.

 

ALTRI ELEMENTI

Renault aveva inizialmente previsto un consolidamento globale di AVTOVAZ alla fine del 2014. Tale consolidamento non è stato realizzato e interverrà soltanto quando le condizioni di controllo saranno realizzate.

 

Fatturato consolidato del Gruppo Renault

(in milioni di euro) 2015 2014 Variazione

2015/2014

1° trimestre  
Automobile 8.829 7.727 +14,3%
Finanziamento delle vendite 559 530 +5,5%
       
Totale 9.388 8.257 +13,7%