Sostenibilità, sport, adrenalina: il 9 e 10 Aprile torna il Rome E-Prix

0
1257

Sabato 9 e domenica 10 aprile torna a Roma il Campionato del Mondo ABB FIA Formula E, che vedrà le monoposto elettriche sfrecciare nella Capitale per la quarta volta dall’esordio nel 2018.

La nuova edizione del Rome E-Prix è stata presentata oggi dal Sindaco di Roma Roberto Gualtieri, dall’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda Alessandro Onorato, dal Presidente e Fondatore di Formula E Alejandro Agag, dalla CEO di Enel X Way Elisabetta Ripa e dalla Direttrice Sostenibilità di Formula E Julia Pallé. A Roma si disputeranno la gara 4 e 5 della Stagione 8 del Campionato, che è partito il 28 e 29 gennaio scorsi a Diriyah.

Le due tappe romane si terranno nello spettacolare circuito cittadino dell’EUR, con il ritorno tra gli spalti dei tifosi dopo la fine dello stato di emergenza. Formula E, per garantire un’esperienza sicura e piacevole agli spettatori, continuerà ad applicare misure di distanziamento nell’Allianz E-Village e manterrà la capienza limitata nella Green Arena.

Roberto Gualtieri, Sindaco di Roma, ha dichiarato: “La tappa italiana del Campionato del Mondo ABB FIA Formula E è un appuntamento di grande importanza per Roma sotto molti punti di vista, oggi ancor più significativo con il ritorno al cento per cento del pubblico in tribuna. Oltre ad essere un evento sportivo seguito da milioni di appassionati in tutto il mondo, la Formula E è anche un modello di innovazione tecnologica ecosostenibile di grande efficacia nello stimolare il cambiamento verso una più diffusa adozione di veicoli elettrici. Il Rome E-Prix 2022 non è dunque solo una splendida occasione di sport, spettacolo e divertimento, ma è anche l’espressione concreta di studio di nuove soluzioni tecnologiche nel settore della mobilità elettrica e delle energie rinnovabili, uno straordinario vettore culturale per trasmettere ai cittadini i principi di una mobilità sostenibile e innovativa in difesa dell’ambiente. Quest’anno il programma di legacy del Rome E-Prix si è inoltre esteso oltre il IX municipio, includendo anche il X e il XV con progetti significativi che avranno importanti ricadute sui territori coinvolti”.

Finalmente torna il grande pubblico con 20.000 tifosi tra gli spalti e oltre 40 milioni di telespettatori che potranno vedere il Rome E-Prix in tutto il mondo. Sarà un grande spot per il settore congressuale di Roma che noi vogliamo promuovere nei circuiti internazionali – ha dichiarato l’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda di Roma Capitale -. Siamo molto soddisfatti di essere riusciti a coinvolgere quasi 1.000 studenti. Nella giornata di venerdì avranno la possibilità di affrontare direttamente con gli organizzatori le tematiche relative alla mobilità elettrica per una più rapida transizione ecologica nella vita quotidiana. Questa è Formula E: promozione turistica, consapevolezza ambientale e spettacolo”. 

La Formula E è ormai una realtà consolidata, che esiste dal 2014, e in vista del doppio appuntamento con il Rome E-Prix del 9 e 10 aprile siamo incredibilmente orgogliosi dell’impatto positivo che la Formula E ha avuto sulla città di Roma, a partire dalla prima edizione del Campionato nel 2018 – ha affermato Alejandro Agag, Presidente e Fondatore di Formula E –. Ci aspettano due giorni di sport e spettacolo: non vediamo l’ora di gareggiare nel Circuito Cittadino dell’EUR, in assoluto uno dei più emozionanti dal punto di vista tecnico. Siamo pronti ad accogliere di nuovo migliaia di tifosi tra gli spalti in questa occasione, per superare la pandemia e godere nuovamente dello sport dal vivo insieme ad amici e familiari. Dopo che le gare saranno finite e i piloti, gli ingegneri e i tifosi andranno per la loro strada, il nostro obiettivo è quello di lasciare un’eredità duratura che avrà un impatto positivo sui cittadini di questa magnifica città. Ringrazio il Sindaco Gualtieri, Roma Capitale ed Enel X e tutti i nostri partner per aver contribuito a rendere possibile questo doppio evento”.

Elisabetta Ripa, CEO di Enel X Way, ha aggiunto: “La Formula E offre agli appassionati uno spettacolo unico, creando una perfetta integrazione tra adrenalina della gara, bellezza dei circuiti cittadini, e sostenibilità. Enel è stata sin dalla sua nascita al fianco della prima manifestazione sportiva per monoposto elettriche perché è un laboratorio di eccellenza, dove sperimentare soluzioni da portare poi sulle strade cittadine tutti i giorni. E’ per questo che anche quest’anno metteremo a disposizione a Roma come Smart Charging partner della Formula E le migliori soluzioni per la ricarica dei bolidi elettrici. Lo farà Enel X Way, la nuova business line globale dedicata alla mobilità elettrica”.

Formula E è il primo campionato mondiale completamente elettrico e genera valore per la comunità, avendo come obiettivo principale la lotta contro il cambiamento climatico e accelerando l’adozione di veicoli elettrici – ha dichiarato Julia Pallé, Direttore Sostenibilità di Formula E – abbiamo a cuore l’eredità che lasciamo nelle città che ospitano la competizione. In occasione della prima gara a Roma, quattro anni fa, il nostro obiettivo era quello di sostenere l’elettrificazione dei veicoli per ridurre l’inquinamento atmosferico e le emissioni di carbonio e, quindi, di aumentare il progresso umano nelle comunità in cui corriamo – assicurandoci di promuovere progetti di legacy positivi, tangibili e duraturi e di ispirare la prossima generazione di piloti, ingegneri o imprenditori sportivi”.

Formula E non dimentica la creazione di valore per il territorio: sempre oggi è stato annunciato, infatti, il programma di legacy avviato in collaborazione con Roma Capitale, l’Associazione “Ripartiamo dall’Eur” e Mediafriends Onlus.Quest’anno gli organizzatori del Roma E-Prix hanno lavorato all’installazione di sei attraversamenti pedonali luminosi alimentati ad energia solare in tre diversi municipi della capitale, alla ristrutturazione del parco giochi situato nei pressi del lago dell’EUR, il rifacimento della strada intorno alla pista e la donazione di cinque defibrillatori al quartiere.

In particolare, quest’anno Formula E ha avviato un’importante collaborazione con Mediafriends Onlus grazie all’iniziativa “A Regola d’Arte”, ideata e promossa per offrire ai ragazzi che vivono in contesti disagiati un’opportunità di integrazione e crescita sociale grazie a corsi gratuiti di rugby e musica. Con l’acquisto del biglietto si contribuirà anche all’apertura di due nuovi punti di “A Regola d’Arte” nella periferia romana, realizzati con la collaborazione di Intersos.

La Formula E è più di una gara, è una piattaforma competitiva in cui vengono sviluppate e testate nuove tecnologie che contribuiscono al perfezionamento dei veicoli elettrici, accelerando la transizione verso la mobilità sostenibile su scala globale e portando nel futuro la mobilità e la vivibilità delle nostre città. Il Campionato del Mondo, inaugurato a settembre 2014, comprende 11 squadre, 22 monoposto e 22 piloti e si propone come una piattaforma sportiva su cui testare e sviluppare tecnologie che contribuiscono a modellare le auto del futuro. Anche grazie a questo carattere innovativo e rivoluzionario, alla Formula E hanno aderito i principali produttori automobilistici del mondo, tra cui Porsche, Mercedes, DS, Jaguar e Nissan.

Un nuovo emozionante regolamento di gara. A partire da questa stagione, le gare di Formula E potranno durare fino a un massimo di 10 minuti in più in caso di incidenti che causano l’entrata della Safety Car o Full Course Yellow, la “bandiera gialla” che di fatto neutralizza la gara, durante i 45 minuti canonici. Le monoposto Gen2 saranno, inoltre, le più veloci che abbiano mai gareggiato: i piloti, infatti, potranno sfruttare batterie da 220kW, con un aumento di potenza di circa 20kW rispetto alla Stagione 7. La potenza durante l’ATTACK MODE aumenterà anche fino a 250kW/235kW. Già svelata la nuova monoposto Gen 3, che sarà adottata a partire dalla Stagione 9. La nuova monoposto elettrica ha subito significativi miglioramenti strutturali, tra cui l’introduzione di un nuovo propulsore anteriore e l’eliminazione dei freni idraulici posteriori. 

 

Dove seguire la gara in TV. A trasmettere le tappe italiane in diretta saranno Italia 1 e Sky Sport 1. Tutti gli spettatori interessati potranno pertanto assistere in diretta al Rome E-Prix sul canale in chiaro su Italia 1 e Sky Sport 1: l’inizio della gara è previsto per le ore 15.