Suzuki Baleno S: primo contatto

0
937

A un mese di distanza dal debutto sul mercato, la gamma della nuova hatchback compatta Suzuki si completa con l’arrivo di Baleno S (disponibile presso le concessionarie in Italia già da questo mese) dotata del propulsore BOOSTERJET 1.0 tre cilindri a iniezione diretta. Il design della giapponese –proprio come sulla variante “classica”- si sviluppa attorno al tema Liquid Flow, che ripropone la forza e l’eleganza di un liquido in movimento in un corpo vettura compatto. La vista frontale colpisce per il profilo basso e ampio, che pone l’accento sull’aspetto aggressivo e ricercato della segmento B Suzuki, cui Baleno S aggiunge lo spoiler anteriore inferiore, arricchito con un’accattivante modanatura rossa.

 

L’immagine è slanciata, grazie ai montanti a contrasto di colore nero, all’ampia griglia frontale dal design innovativo e i fari a led. I fianchi mostrano una linea laterale distintiva che dall’anteriore si sviluppa fino agli ampi passaruota posteriori, sportivi e dinamici. I finestrini avvolgenti, con quelli retrostanti fortemente spioventi nella zona posteriore, assieme ai montanti neri restituiscono un perfetto equilibrio di potenza e ricercatezza. Per quanto riguarda l’abitacolo, la sfida intrapresa con il nuovo progetto è stata quella di realizzare un design elegante che fornisse al contempo un’elevata abitabilità.

 

Questo risultato è stato ottenuto grazie a un certosino perfezionamento degli interni che, oltre a garantire il massimo del comfort a bordo, offre un abitacolo ai vertici della categoria in termini di spaziosità. La cosiddetta “distanza in tandem”, caratteristica di basilare importanza nella valutazione degli spazi interni a disposizione dei passeggeri, è stata sviluppata aumentando l’interasse e ottimizzando il layout dei sedili, così da non intaccare lo spazio nel portabagagli. In termini numerici, questo lavoro di ottimizzazione ha conferito all’auto uno spazio tra i sedili anteriori e quelli posteriori di 805 millimetri assieme a un vano di carico di ben 355 litri di capacità.

 

L’abitacolo utilizza materiali di buona qualità e una dotazione (di serie) decisamente ricca. Il sistema di navigazione dispone di un display con schermo touch screen da 7 pollici, connettività smartphone Linkage Display Audio (SLDA). Il sistema Infotainment di Baleno S supporta la tecnologia Apple CarPlay e le applicazioni compatibili, garantendo la necessaria sicurezza per effettuare chiamate, accedere alla musica, inviare e ricevere messaggi, utilizzare le mappe e altro ancora.

 

Sul grande display sono anche visibili le immagini della retrocamera. Come su tutta la gamma, anche la versione S è equipaggiata del sistema Follow Me, una funzione luminosa che, alla chiusura o sbloccaggio delle portiere, accompagna il guidatore verso la strada di casa o lo aiuta a trovare la vettura dopo averla lasciata in sosta.

 

Nel corso del nostro primo contatto abbiamo riscontrato che il nuovo propulsore, un innovativo tre cilindri (con una potenza di 112 CV) dotato di turbocompressore, coniuga elevate performance a consumi e emissioni contenuti. Queste qualità sono ottenute grazie all’impiego di una cilindrata ridotta e all’adozione della sovralimentazione, capace di fornire coppia elasticità di marcia fin dai bassi regimi di rotazione unitamente a elevate performance.

 

A tale unità si affiancano uno sterzo discretamente diretto, correttamente demoltiplicato, e un preciso cambio manuale a cinque rapporti. Questo mix di soluzioni tecniche garantisce una buona tenuta di strada, anche alzando il ritmo, che infonde sicurezza e fa divertire alla guida anche le persone meno esperte.

112283_broadcast45 112283_broadcast50 112283_broadcast55 112283_broadcast56 112283_broadcast63 112283_broadcast96