Citroën Ami e My Ami Cargo protagoniste del car sharing elettrico by Pikyrent

0
229

Da sempre in prima fila nella promozione di una mobilità urbana smart e sostenibile, Citroën ha abbracciato sin da subito il progetto di Pikyrent, la start up che offre un’esperienza di micro-mobilità coinvolgente, innovativa e 100% elettrica. Gli stessi elementi che stanno guidando il processo di elettrificazione del marchio francese con l’obiettivo di aprire la strada ad un futuro migliore.

Attualmente attivo nella città di Bari, e ben presto anche a Taranto, il servizio di sharing mobility firmato Pikyrent vede protagoniste Citroën 62 Ami – 100% ëlectric (32 esemplari già operativi e 30 in arrivo) e 6 My Ami Cargo, la soluzione cucita dal Brand francese sulle nuove esigenze dei professionisti.

A 15 mesi dall’avvio del servizio i dati registrati sono significativi: 18.000 noleggi totali, più di 70.000 Km percorsi e 2.800 utenti che hanno noleggiato la microcar francese per una durata media di ciascun noleggio di circa 15 minuti. Inoltre, grazie alla guida a zero emissioni, si sono risparmiati circa 20 tonnellate di CO2

Inoltre, circa il 40% degli utilizzatori attivi ha un’età compresa tra i 20 e i 30 anni e sono per lo più lavoratori pendolari e studenti che, la mattina, raggiungono il posto di lavoro o l’università mentre la sera sono soprattutto i più giovani che usufruiscono del veicolo Citroën per recarsi nelle zone della movida. Le AMI cargo sono invece usate da piccoli artigiani e commercianti per il trasporto di attrezzi e merce.

Pikyrent è stata tra i pionieri, nell’ambito della micro-mobilità condivisa italiana, ad usare le Citroën Ami – 100% ëlectric, apprezzandone le doti di compattezza, sostenibilità e accessibilità. Con zero emissioni di CO2 durante la guida, la rivoluzionaria Ami – 100% ëlectric permette l’accesso nelle zone a traffico limitato nei centri urbani, e offre un’autonomia fino a 75 km grazie ad una batteria da 5,5 kWh agli ioni di Litio, che si ricarica in sole 3 ore con una presa elettrica standard da 220V mediante il cavo previsto a bordo.

Stesse caratteristiche tecniche per Citroën My Ami Cargo, il partner ideale dei professionisti, perché adatta alle sempre più intense attività di consegna in contesti urbani o servizi simili, per i quali questo veicolo è stato appositamente creato. Accanto al sedile del conducente, infatti, spicca uno spazio di carico modulare che può essere utilizzato per trasportare, in tutta sicurezza, pacchi, posta e attrezzi.

La start up Pikyrent ha sviluppato una piattaforma di vehicle sharing per la completa gestione della mobilità condivisa. Per usufruire del servizio è necessario scaricare l’app dedicata e registrarsi, inserendo dati anagrafici, patente e strumento di pagamento. Quindi si può iniziare cercando il veicolo più vicino sulla mappa e, una volta raggiunto, avviare il noleggio. A fine corsa, l’utente termina il noleggio mediante l’app con addebito automatico dei minuti della corsa sul metodo di pagamento inserito. La tariffazione è al minuto con la possibilità di acquistare voucher, abbonamenti e usufruire di convenzioni. A Bari Pikyrent si occupa di gestire tutti gli aspetti: dall’integrazione dei sistemi IOT dei veicoli sulla piattaforma tecnologica alla gestione della flotta su strada e al suo caricamento.

Le dichiarazioni di Antonio Decaro, Sindaco di Bari
“Siamo felici che il servizio di car sharing abbia preso piede nella nostra città e che l’esempio di Bari sia stato positivo per altre città che hanno scelto di investire in questo sistema di trasporto condiviso, che in questo caso può contare anche sul valore aggiunto di essere un servizio totalmente elettrico, che non solo riduce il numero delle automobili in circolazione ma limita anche le emissioni nocive che purtroppo i veicoli a motore ancora sprigionano nell’area. Fino a qualche anno fa, nessuna società voleva investire sul servizio di car sharing da Roma in giù, abbiamo dovuto lavorare molto sul servizio e sulla affidabilità della città. Oggi è bello poter dire che Bari ha rappresentato la città capofila di un servizio di car sharing nel Sud Italia, a conduzione totalmente elettrica”.

Le dichiarazioni di Antonella Comes, CEO di Pikyrent
“Crediamo fortemente nello sviluppo e nella crescita della micro-mobilità condivisa, che non deve essere solo appannaggio delle grandi metropoli, ma anche delle città medie e medio- piccole. Grazie ad un costante ampliamento della flotta di Citroën Ami potremo offrire un servizio ancora più capillare ed efficiente ai nostri utenti. Ad oggi Pikyrent è l’unico operatore di sharing mobility che grazie alla sua forte vocazione innovativa, in Italia, ha declinato la micro-mobilità condivisa free floating attraverso questi quadricicli leggeri e completamente elettrici. Siamo sicuri che veicoli come le Citroën Ami possano diventare un mezzo con cui promuovere un nuovo modo più sostenibile, più smart e anche più inclusivo di vivere tutte le città, in linea con gli obiettivi europei di decarbonizzazione”.

Le dichiarazioni di Alessandro Musumeci, Direttore Marketing Citroën Italia
“Siamo orgogliosi di essere stati scelti da Pikyrent poiché il loro progetto rispecchia fedelmente la nostra visione sulla mobilità del futuro sempre più sostenibile e responsabile. Del resto, la rivoluzionaria AMI – 100% ëlectric e l’efficiente My Ami Cargo rappresentano una soluzione di mobilità accessibile a tutti, 100% elettrica, ultra-compatta e maneggevole, che facilita la vita di tutti i giorni, tanto ai cittadini che ai professionisti. E siamo certi che anche i turisti resteranno soddisfatti dei nostri veicoli godendosi le bellezze artistiche di Bari e prossimamente di Taranto”.