L’affiliata di Volvo Cars, Polestar, sarà quotata in borsa tramite business combination con Gores Guggenheim, per un valore della società risultante di circa 20 miliardi di dollari

0
196

Volvo Cars, il maggiore azionista della Casa costruttrice di veicoli elettrici di fascia alta Polestar, accoglie oggi con favore il piano annunciato da quest’ultima di quotarsi al Nasdaq di New York. La prevista quotazione avverrà attraverso una business combination con Gores Guggenheim, Inc, una Special Purpose Acquisition Company – SPAC (società veicolo destinata alla raccolta di capitali di rischio) costituita da affiliate di The Gores Group e Guggenheim Capital LLC.  La transazione prevede un valore aziendale di circa 20 miliardi di dollari per la risultante società aggregata. Si veda l’annuncio di Polestar sotto riportato.

Si prevede che i proventi della business combination saranno utilizzati per finanziare un investimento significativo per l’espansione dei prodotti, delle attività operative e dei mercati di Polestar, in modo da creare un’azienda leader nel mercato globale dei veicoli elettrici premium, in rapida crescita.

 

“Volvo Cars è orgogliosa e solidale azionista di Polestar, che abbiamo fondato e contribuito a sviluppare sin dal suo lancio come società specializzata in veicoli elettrici, nel 2017”, ha dichiarato Håkan Samuelsson, CEO di Volvo Cars. Samuelsson, che è anche presidente di Polestar, ha aggiunto: “La valutazione stimata di Polestar riflette lo straordinario potenziale di crescita dei veicoli elettrici, per i quali riscontriamo un forte aumento della domanda”.

 

Nell’ambito della business combination, Volvo Cars effettuerà ulteriori investimenti di capitale fino a 600 milioni di dollari in Polestar. Al termine dell’operazione, Volvo Cars dovrebbe detenere quasi il 50% della società aggregata.

 

Come annunciato in precedenza, Volvo Cars sta valutando una potenziale Offerta Pubblica Iniziale (IPO) nel corso di quest’anno. Questo processo continua a procedere secondo quanto previsto.